Cos'è la mediazione

 

La mediazione è un processo riservato in cui le persone hanno la possibilità di risolvere le loro divergenze di sedersi insieme e discutere i problemi con l'aiuto di un mediatore.
 
All'inizio della sessione di mediazione, il mediatore spiegherà alle parti come si svolgerà il processo, il protocollo e le regole di base da seguire. Ciascuna delle parti avrà quindi l'opportunità di esporre il proprio punto di vista delle questioni.
 
Il procedimento si può concludere con un accordo, che soddisfi le esigenze di tutte le parti e che risolva la controversia, oppure si può non raggiungere un accordo ed anche fermare la mediazione in ogni momento, decidendo di perseguire la via della procedura tradizionale del Tribunale o dell’arbitrato.
 
La mediazione offre alle parti la possibilità di esprimere direttamente i propri interessi e le ansietà relative alla lite e di partecipare al raggiungimento del risultato.
 
L’obiettivo della mediazione è appunto trovare un accordo comune ed è il risultato di uno sforzo di collaborazione di tutte le parti coinvolte nella lite.

 

 

Chi è il mediatore

Il mediatore è una persona neutrale, imparziale ed indipendente, che facilita l'incontro, aiutando le parti interessate a discutere le loro differenze, esplorare le possibilità di risoluzione e negoziare una soluzione reciprocamente soddisfacente.
 
    Il mediatore è capace di assistere le parti, di assicurare loro la possibilità di parlare e di essere ascoltati e contribuisce a sviluppare un dialogo costruttivo e a favorire un clima di cooperazione e rispetto. Il mediatore tende ad incoraggiare le parti stesse affinché generino soluzioni alternative di comune accordo vantaggiose, giuste, durature e soprattutto di immediata realizzazione, incentrate sui bisogni, gli interessi e le priorità di ciascuno che rappresentino gli obiettivi ottimali per entrambe le parti.
 
    Il mediatore non agisce come un avvocato o come avvocato di una delle parti, non fornisce consulenza, non prende posizione, non decide, non suggerisce, non valuta né giudica. Egli è un moderatore, un professionista specializzato in tecniche di mediazione e negoziazione.

 

 

Procedimento di mediazione

Il procedimento inizia con la domanda di una parte, segue la nomina del mediatore e la comunicazione all’altra parte dell’istanza, con invito a comparire alla data prefissata per l’incontro.
 
Dopo le sessioni, se viene raggiunta una soluzione che soddisfi le esigenze di tutti, il mediatore provvederà a scrivere un accordo che sarà sottoscritto da ciascun partecipante e che costituirà titolo esecutivo.
 
L'accordo è un contratto che pone fine al conflitto e soddisfa le esigenze di tutti.
 
Ogni individuo che firma l'accordo riceverà una copia dello stesso.
 
I partecipanti sono invitati a tornare alla mediazione in qualsiasi momento, in futuro, per rivedere l'accordo, se necessario.

 

 

Perchè mediare

Il primo vantaggio per scegliere procedimenti di risoluzione alternativa delle controversie è di natura economica: i costi nella risoluzione della lite nelle procedure di arbitrato e mediazione sono di gran lunga inferiori rispetto a quelli dei procedimenti giudiziari ordinari. 

 

I costi della mediazione variano in riferimento al valore della causa ed alla materia del contendere, le spese sono ripartite equamente dalle parti che partecipano alla mediazione.

 

 Altro  vantaggio dei procedimenti di risoluzione alternativa delle controversie è la velocità con cui le parti possono pervenire ad una  soluzione soddisfacente: solitamente una mediazione può essere definita in 2-3 ore circa.

 

 
 
 

TORNA IN ALTO

Copyright ADR Mediazione Facile 2018

Partita IVA/Codice Fiscale 03125450837

  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon